facebook   email icon

Allevamento Staffordshire Bull Terriers

Mi chiamo Cristina Vaudano, allevo Staffordshire Bull Terriers con l’affisso “I sorrisi di Pepper’s”. Iniziai a conoscere lo Stafford diversi anni fa, quando allevavo ancora American Bulldogs e mi sembrava che fossero questi i cani più affettuosi, impetuosi e coraggiosi del mondo. Dovevo ancora conoscere lo Stafford!

Presi una femmina, come spesso fa ogni allevatore, non una cucciola ma un soggetto di 7 mesi. La razza Staffordshire Bull Terrier mi incuriosiva, volevo conoscerla meglio, ma morfologicamente allora non mi entusiasmava...i primi Staffords italiani parevano un curioso innesto tra la testa di un American Staffordshire e un Bulldog inglese un pò magro.

Dailine in pochi giorni mi aprì il cuore con la sua gioia di vivere, la sua tenerezza, il suo impeto e la sua estrema intelligenza, mai da me riscontrata in altri cani! Mi pareva di avere a che fare con una bambina un pò discola ma che non poteva stare staccata da me nemmeno un attimo, quindi capace di dare e ricevere molto amore.

Il suo unico problema fu, per alcuni mesi, la sua estrema diffidenza nei confronti del mondo esterno, della strada e di qualunque estraneo, feci estrema fatica a portarla a spasso fuori casa, a farle varcare un soglia, a farla avvicinare da altri, all’inizio anche dai giudici sul ring nelle mostre di bellezza: ringiava e abbaiava a chiunque. Questo perchè fino ai 7 mesi aveva conosciuto solo la madre, i fratelli, il serraglio e l’allevatore che la nutriva. Stop.

Capii quindi che la cosa più importante nell’allevamento moderno è il giusto imprinting dato ai cuccioli fin dai primi giorni di vita, non solo quello dato dalla madre ma sopratutto quello dato dall’allevatore, che necessariamente deve seguire la crescita della cucciolata giorno per giorno, avendo contatto diretto con i piccoli e la madre e accompagnandoli progressivamente nella conoscenza del mondo.

Così è nata la filosofia che da alcuni anni porto avanti, qui nel Centro Cinofilo Pepper’s, allevare uno Stafford morfologicamente tipico ma, sopratutto, caratterialmente dotato di grande equilibrio, curiosità, solidità.

Lo staffordshire Bull Terrier deve essere un cane innanzitutto affidabile per la famiglia, affettuoso compagnio per i bimbi, un cane facile da portare a spasso la domenica nel centro cittadino come da portare con sè durante una gita in campagna o in montagna; insomma un cane facile da vivere e splendido da godere ogni giorno, duttile ed obbediente.

Dal punto di vista morfologico, seleziono i miei Staffords in modo da risaltarne le doti atletiche: i miei soggetti sono “giustamente” ma non pesantemente “bull”, sono quindi proporzionati, compatti e di massa ma al contempo dotati di resistenza e buona capacità respiratoria, al punto da dimostrarsi anche ottimi compagni nello sport.

La mia filosofia di allevamento (“tipici ma sopratutto caratterialmente dotati”) mi ha portato, a volte, a dover escludere dalla riproduzione alcuni soggetti che, benchè belli, non rispondevano ai miei canoni caratteriali, vuoi per aggressività immotivata vuoi per lacune caratteriali di altro tipo.

Non ho mai avuto modo di pentirmene, dato che le persone che hanno scelto uno dei miei cuccioli ancora oggi mi chiamano, a distanza di tempo, per dirmi quanto ne sono contente.
La mia soddisfazione è allevare Staffords così... questi sono i Campioni dell’Allevamento Pepper’s.

I nostri Staffy

IMG 0052

ALLEVAMENTO

allevamento

PENSIONE

pensione